l’Ufficio del registro

l’Ufficio del registro

il vecchio ufficio del registro di Orvinio offre tanti spunti di riflessione su un mondo che non c’è più; e non c’è nessuno meglio di Camillo Fabriani che ne può raccontarne la storia

la trattoria di Maria

la trattoria di Maria

la trattoria dei cacciatori si trovava in piazza del Comune, in centro storico. la bravura, gentilezza e umanità di Maria, la sua velocità, la resero un’istituzione di Orvinio

Camillo Fabriani a Orvinio

Camillo Fabriani a Orvinio

il racconto dell’infanzia di Camillo Fabriani ad Orvinio, nei primi anni ’20; con il suo nonno fabbro, suo padre ferito dalla guerra, ed una splendida e generosa zia…

la guerra di Camillo

la guerra di Camillo

il racconto affascinante, drammatico e commovente dell’avventura di Camillo Fabriani durante la seconda guerra mondiale: dalla cartolina ad un incredibile processo

l’epopea di Darinka

l’epopea di Darinka

la dolorosa storia di Darinka, cui le truppe di occupazione fascista uccisero un fratello, insieme a tanti altri uomini nel villaggio di Podhum, a pochi km da Fiume. E poi la deportazione ad Orvinio, sconosciuto paesino del centro Italia

la macelleria clandestina

la macelleria clandestina

Una fattoria trasformata in mattatoio-macelleria; un’occasione per i poveri abitanti per lavorare e magari rimediare un pò di carne; il terrore per i contadini cui razziavano le bestie.

il comandante buono

il comandante buono

il comandante della guarnigione di stanza ad Orvinio durante l’occupazione tedesca era un maestro d’asilo…

Gli scrivani

Gli scrivani

Lanfranco e suo fratello Claudio provvedevano a ricopiare gli atti che i paesani venivano a redigere da suo padre

La levatrice

La levatrice

la levatrice di Poggio Moiano si chiamava Ginevra

le ricamatrici

le ricamatrici

ricamare era una delle pochissime attività lasciata alle ragazze, nel secolo scorso; per fortuna oggi i tempi sono cambiati…