l’emporio

l’emporio

l’emporio della famiglia Gentile era certamente qualcosa di più di una semplice bottega: vendeva un pò di tutto, e aveva anche un bel ristorante

vita senza denaro

vita senza denaro

due amare riflessioni sul denaro e sugli stili di vita:paradossalmente si rimpiange un periodo di stenti, ma in cui una grande umanità collettiva sapeva farvi fronte con il sorriso sulle labbra

il forno di Bruno

il forno di Bruno

Bruno ha saputo ingrandire l’attività aperta dal padre con grandissimi sacrifici; ed altrettanto successo..

l’asino Pino

l’asino Pino

Fondamentale era l’aiuto di somari ed asini; soprattutto per Bruno, che doveva caricare centinaia di fascine al giorno. L’asino Pino era fenomenale: forte ed ubbidiente come pochi; forse più di un somaro

Rita l’equilibrista

Rita l’equilibrista

Rita andava su e giù per le campagne a consegnare il formaggio del padre, a prendere l’acqua alla fonte. quando portava i tagliolini, però, non poteva appenderli all’asino, altrimenti si sarebbe rovesciato

aria aperta

aria aperta

i contadini vivevano gran parte delle giornate all’aria aperta; in tutte le stagioni.. Quello che si viveva come un grande disagio, però, è diventato poi oggetto di malinconico ricordo

gli artigiani venuti dall’Abruzzo

gli artigiani venuti dall’Abruzzo

I Gentile, di origine abruzzese, erano una famiglia di artigiani, poliedrici ed intraprendenti; nei ricordi di Ugo, allora bambino, anche dei piccoli oggetti

tutto a piedi

tutto a piedi

Gli spostamenti si facevano a piedi; lungo la strade bianche, ma ancora meglio su e giù per i sentieri di montagna

il taglio della legna

il taglio della legna

una famiglia dedita al taglio della legna del bosco. Per riscaldare intere comunità

le uova fresche

le uova fresche

a piedi, da un paese all’altro, con un cesto di uova fresche in braccio